Progetto

ISIA Firenze vuole studiare e applicare le tematiche della Diversity & Inclusion, nei propri processi produttivi e organizzativi, nella propria comunicazione. Sarà un laboratorio aperto e disponibile alle collaborazioni, contaminazioni sperimentazioni.

Vogliamo intraprendere un percorso volto ad incoraggiare una cultura che valorizzi le diversità delle persone, ciascuna con la propria esperienza e forza culturale, a prescindere dal genere, dalla generazione di appartenenza e dalle ulteriori dimensioni in cui si declina la diversità.
Tutte le persone possono esprimere il proprio potenziale e possono sentirsi valorizzate nella piena espressione delle proprie caratteristiche, per contribuire attivamente a portare la massima qualità nelle relazioni, nello studio e nella ricerca.

Il laboratorio è coordinato dalla Prof.ssa Silvia Masetti (Vicedirettrice ISIA Firenze) e dalla Dott.ssa Marina Ciferni.

L’inclusion non è accettazione ma apertura, valorizzazione e ricerca attiva di confronto con il punto di vista diverso. Sono proprio le diversità con cui ci si confronta ogni giorno che rappresentano un momento di arricchimento ed un patrimonio da difendere e valorizzare.

Genere

Nel lavoro e nell’università le donne in Italia sono scarsamente presenti nei livelli manageriali più alti, e nelle cariche istituzionali, svolgono per un terzo un lavoro part time. La mancata valorizzazione porta a problematiche di carriera, di stipendio e specialmente una dispersione della professionalità.

Disabilità

Orientamento sessuale

Modo di pensare e generazioni

Cultura

 

Il pregiudizio inconscio

Gli studi sulle organizzazioni hanno messo in luce, ormai da anni, che esiste un pregiudizio inconscio (Unconscious bias) che limita la nostra obiettività. Un lavoro attento deve essere fatto per aiutare a comunicare e lavorare sulle tematiche del challenge assumptions (siamo portati a fare supposizioni e spesso sono fuorvianti), enhance objectivity (non bisogna affidarsi alle prime impressioni ma ponderare e valutare con attenzione e rispetto), overcome stereotypes (conoscere gli stereotipi per combatterli), broaden perspectives (combattere contro la nostra pigrizia nel voler cercare di lavorare e dialogare solo con persone simili a noi).

Fasi del progetto

Il progetto Diversity & Inclusion comprende le seguenti fasi:

  • Mappatura delle risorse (studi, ricerche, analisi storiche e tendenziali)
  • Analisi statistica dei dati e costruzione open data
  • Raccolta scientifica di dati e informazioni di tipo statistico e analitico
  • Studio, analisi e sintesi dei progetti internazionale e nazionali
  • Studio, analisi e sintesi della normativa internazionale e nazionale
  • Costruzione di un Comitato Scientifico e di un gruppo di attenzione (panel)
  • Analisi dei comportamenti
  • Modelli previsionali di comportamento
  • Definizione di una politica dell’Inclusion & Diversity
  • Stesura di linee guida fluide per la comunicazione inclusiva
  • Incentivazione di studi, ricerche, tesi e progetti
  • Disseminazione del progetto
  • Monitoraggio dei risultati
  • Miglioramento continuo delle attività del laboratorio

Leggi la presentazione del Direttore Prof. Francesco Fumelli

Guarda chi partecipa al Comitato Scientifico